Offrici un caffè cliccando qui:

Ciao, mi chiamo Elisabetta, anche se tutti mi conoscono come Elisa.
La mia è una storia che parte da quando, bambina a casa dei nonni, avevo una barbie e inventavo vestiti per lei. Inventavo sì, perché già da bambina pensavo che ogni oggetto potesse scatenare la fantasia, e così creavo degli abiti usando quello che c’era in casa, i veli usati nei sacchetti dei confetti, i nastri che li racchiudevano e, a volte, avanzi di stoffa della nonna.
Crescendo ho messo da parte tutta la passione e la felicità del creare. Ho ascoltato il mondo intorno a me, anziché il mio cuore, ed ho creduto che la vita reale era frenesia, razionalità ed egocentrismo.Il rifugio incantato di Elisa parure con fiori handmadeSbagliato! Ho provato a lungo ad adattarmi a questo, ma ogni volta mi rifugiavo nel mio mondo e lì trovavo solo fantasia, sentimento e magia.
Se ami qualcosa davvero puoi anche relegarla in un angolo, ma prima o poi quel qualcosa ti verrà a cercare e ti pretenderà ad ogni costo. E così è successo a me, quando ho smesso di combattere contro ciò che desideravo davvero, la mia vita si è riempita di colore, di perle e stoffe sgargianti.
Ho cominciato a creare gioielli, ho cercato di imparare da autodidatta, leggendo libri, guardando video e, piano piano, ho trovato un mio stile. È sempre difficile realizzare qualcosa che si discosti dai miei gusti personali, ma amando oggetti molto delicati, mi rendo conto, spesso, che c’è bisogno anche di una sferzata di follia in più e allora la aggiungo. Quasi due anni fa ho comprato la mia prima macchina da cucire e, anche quella, non avevo idea di come funzionasse. È stato amore a prima vista. Qualunque cosa sia handmade, per me ha un valore aggiunto.
Per il mio giorno più bello ho realizzato tutto a mano, tranne il vestito, ovvio! È stato emozionante pensare che ogni dettaglio del mio matrimonio fosse unico e personalizzato.
Mi ci vorrebbe una stanza solo per far entrare tutte le mie follie creative. Quando ho la fortuna di andare nei negozi di hobbistica sono felicissima e guardo tutto con molta attenzione, sapendo di non poter prendere tutto, ma alla fine anche comprando solo un oggetto già torno a casa come una bambina con la sua bambola preferita.Il rifugio incantato di Elisa collana handmadeHo realizzato un mio primo desiderio, quello di creare un blog dove poter esprimere al mondo intero la mia passione per la creatività, si chiama “Il rifugio incantato di Elisa”, http://rifugioincantatodielisa.blogspot.it/, perché per me la stanza dei miei oggettini è davvero incantata, come se incamerasse magia e distribuisse luce tutto intorno. Superando la timidezza, mi sono messa in gioco e ho aperto anche un canale YouYube dal nome rifugioincantato, http://www.youtube.com/user/rifugioincantato?feature=watch. Ho inoltre aperto un negozio http://it.artesanum.com/negozio-il_rifugio_incantato_di_elisa-6951-1-0.html tutto mio dove vendere le mie creazioni e farle diventare parte della vita di qualcun’altro.
Grazie dell’opportunità che mi date e per quello che fate, sostenere le creative è un’ iniziativa splendida perché c’è bisogno di persone che credono ancora che una donna può non essere una manager ed essere vincente lo stesso!