Offrici un caffè cliccando qui:

Ciao ^_^
mi chiamo Michela e da sempre amo il lato “creativo della vita”: disegno, dipingo, rimango praticamente ipnotizzata quando entro nei negozi di belle arti o anche solo in una cartoleria, amo la fotografia. Circa tre anni fa mi sono avvicina al mondo coloratissimo delle paste polimeriche, prima Cernit, poi Fimo e adesso Sculpey. Ho imparato che per dare struttura e tenere insieme gli elementi in pasta polimerica avevo bisogno anche di fili in acciaio o rame e da qui mi si è spalancato di fronte il mondo del wire e tutte le meraviglie che con esso si potevano creare.NekoJewels by Michela bracciale realizzato con la tecnica hammered silhouetteInizialmente lo utilizzavo solo per fare gancetti e chiusure, ma lentamente questo tipo di lavoro mi ha appassionata più delle paste stesse. Ho scoperto tecniche come il martellato, weaving, coiling, soldering. Ho imparato la differenza tra rame, bronzo, acciaio, ferro, tra silver/gold plated e filled. Ho iniziato a fare shopping nei negozi di ferramenta, ad aggiungere alla mia lista dei desideri pinze e lime professionali, il mitico Dremel. Ho iniziato a guardare qualsiasi gioiello con occhio diverso cercando di capire come è stato creato, la quantità e costo delle materie prime, il tempo impiegato. Mi sono ritrovata a razziare la cassetta degli attrezzi di mio padre cercando pinze, martelli, fili di rame e ad aprire discussioni con lui su come fare per far tornare il colore del rame dopo una saldatura o sulla differenza tra il rame cotto, quello naturale e quello coated. Ho scoperto un mondo vasto e pieno di persone fantastiche con una fantasia ed una manualità invidiabile!
In questo momento mi sto focalizzando su due stili principali: hammered silhouette e weaving.
L’hammered silhouette è uno stile molto pulito, delicato, adatto ad essere integrato con piccole perle in cristallo, pietre dure o elementi in paste polimeriche. Sembra semplice solo all’apparenza perché richiede molto lavoro e molti passaggi. Per la realizzazione di ogni pezzo inizio sempre da schizzi disegnati a mano, poi c’è la sagomatura vera e propria del pezzo, la martellatura, l’assemblamento e la rifinitura con eventuali perle e cristalli. Non sono ammessi sbagli, nemmeno di pochi millimetri.
Lo stile weaving è invece il contrario: complesso, intricato, non vuole troppa pianificazione, perché l’istinto prende sempre inevitabilmente il sopravvento mentre lo si lavora. Come dice il nome “weaving” implica l’uso di più fili di wire (nel mio caso in rame) da muovere e intrecciare come fossero onde, con curve morbide, stretti riccioli e molto coiling (con anima). Non è una tecnica veloce, qualcuno si aiuta con un attrezzo chiamato “coiling gizmo”, ma al momento faccio tutto a mano. Il weaving da’ il meglio di sè sviluppato attorno ad un singolo importante elemento (un cabochon in pietra dura, cristallo o pasta polimerica). Vista la ricchezza dello stile, ai pezzi in weaving aggiungo preferibilmente una collana a catena fatta interamente a mano, anello per anello, prima tagliati poi sagomati ed infine collegato uno per uno. Sono veramente all’inizio di questa tecnica, ma la adoro e come per tutte le cose il modo migliore per imparare è dai propri errori continuando a provare.NekoJewels by Michela bijoux realizzati con la tecnica hammered silhouettePurtroppo non riesco a dedicare il tempo che vorrei a questa passione in quanto per me è, per il momento, solo un hobby, essendo una linguista di professione nella “vita vera”. Le creazioni che vendo sono quindi principalmente su commissione come hobbista da produzioni di arte del proprio ingegno. Fino ad ora sono sempre stata autodidatta, mi piacerebbe però riuscire a seguire un corso o anche solo un seminario di quelli fatti in est europa, a mio parere hanno uno stile bellissimo.
Le mie info:
Pagina Facebook: www.facebook.com/NekoJewels
Etsy Shop : www.nekojewels.etsy.com
Blog: http://nekojewels.blogspot.it/
DeviantArt:  http://elehanne.deviantart.com/