Offrici un caffè cliccando qui:

Parlare di me…già…che impresa “titanica”!
Mi chiamo Silvia, ho 34 anni, vivo a Sesto San Giovanni, in provincia di Milano, con mio marito ed Emma, la mia adorata ed amata “figlia pelosa” (una cockerina stupenda di 4 anni), in una casetta nascosta tra fiori e piante, nonostante sia in città.
Sono un’insegnante di scuola dell’infanzia e fin qui tutto normale, almeno all’esterno, ma dentro di me c’è un mondo fatato popolato da fiabe, fiabe, fiabe,…Sarà perché, come mi dice sempre mia madre, “sono nata in una notte dorata” e, come potevo quindi non essere così piena di sogni, colori, fantasia; proprio come la natura in autunno (sono nata il 23 ottobre) colorata da colori caldi, morbida e molto romantica.
Ho scelto un percorso di studi che mi permettesse di far uscire un pochino, parte delle mie fantasie. Oltre a frequentare l’Istituto magistrale e diventare quindi maestra, sono anche diplomata in illustrazione. Il dipingere, l’esprimere coi colori le mie emozioni ha sempre fatto parte di me. Quindi, ecco l’inventare e raccontare ai bambini fiabe super fantastiche e popolate, ovviamente, dai miei disegni e dai miei personaggi…il giocare con loro, il cercare di portarli in quel magico mondo in cui a mio parere ogni bambino dovrebbe poter crescere.
I sogni di Poo fataIl problema era poter avere tra le mani questi personaggi, farli muovere in ambienti un po’ speciali mentre raccontavo; ma come poter farlo?
Ecco così l’esigenza di crearmeli. All’inizio è stato complicato e laborioso, ma adesso, credo di aver trovato un sistema molto semplice.
Con ago, filo, lana avanzata, bottoni, perline, stoffe di qualsiasi tipo, pian piano nascono le mie bamboline “magiche”, le mie streghette “buone” e i miei animali “tontolini”.
Tutto quello che creo mi rispecchia parecchio e mentre cucio, ciò che prende forma con una soddisfazione enorme, ha racchiuso in se tutto il mio magico mondo.
Ed ecco quindi Camilla, Petronilla, Pollicetta, Girella, Clotilde la giraffa, Evelina la ranocchia, Gedeone il leone,… Secondo me, tutte perfette per la camera dei bimbi e soprattutto come “acchiappasogni“: vicino al lettino o appese fuori dalla porta della cameretta tengono di sicuro lontano i brutti sogni e ne fanno fare solo di belli; possono essere anche usate come “porta primo dentino”, la Fatina dei denti apprezzerebbe di sicuro!
Ovviamente la mia parte creativa non si ferma a questo, negli anni ho affinato diverse capacità e  tecniche: dal decoupage in tutte le sue varianti, al cucito creativo, dalla pittura, al creare gioiellini un po’ speciali. Ho cercato di trovare un nome, una “casa” in cui racchiudere tutto il mio mondo e da qui sono nati “I sogni di Poo” in cui Poo sarei io, proprio come ama chiamarmi la mia famiglia sin da piccina.
I sogni di Poo bambolinaPer contattarmi:
Silvia Cossutta
Cell. 3383191149
Mail. silvia.cossutta@gmail.com
Pagina su facebook: www.facebook.com/pages/I-sogni-di-Poo/100450153342850