Offrici un caffè cliccando qui:

Ciao a tutti, io mi chiamo Lisa, ho 34 anni, sono di Torino e ho una vivacissima figlia di 3 anni.
Sin da bambina, essendo figlia unica, passavo interi pomeriggi a disegnare, ritagliare, incollare e pasticciare con tutto quello che trovavo in casa, merito anche di una nonna e una mamma sarte e ricamatrici, che mi hanno circondata di forniture per l’handmade fin dalla nascita! Ero affascinata dai bottoni! Ricordo poi i primi esperimenti con il DAS, i gioiellini fatti con la pasta che regalavo a chiunque e i vestiti per le Barbie che facevo e disfacevo in continuazione… Così mi sono poi diplomata al liceo artistico, seguendo la strada che mi ero scelta col cuore, e ho frequentato un corso professionale per stilista di moda, perchè è la moda il mio primo, vero amore.
Poi la vita, il lavoro e la mia bimba mi hanno assorbita completamente, portandomi a chiudere forbici e colori in un cassetto e a dimenticarmene, finchè… finchè non ho deciso di fare la mamma a tempo pieno e ho scoperto di essere ancora capace di creare! Quel cassetto s’è riaperto e ne è uscito di tutto!!! La voglia di sperimentare continuamente tecniche e materiali nuovi mi ha permesso di scoprire ogni giorno infinite possibilità, dalla decorazione delle tegole all’arredamento di case delle bambole, alle creazioni con cernit e fimo (perlopiù piccoli bijoux e miniature per le doll’s house), al ricamo a punto croce.Lizzzie by Lisa Costa- Sock Dolls and more biscottini Mi sono dedicata per più di 3 anni esclusivamente al punto croce, poi un giorno per caso ho scovato un libro che spiegava come fare dei pupazzetti usando la tecnica dei pon pon, ho provato prima seguendo gli schemi, dopo lasciando che la mia fantasia prendesse il sopravvento, e l’esperimento mi è piaciuto moltissimo!
Adoro tutto ciò che si può ritagliare, cucire, assemblare e imbottire, probabilmente è il legame con la sartoria che è rimasto vivo in me, prendendo semplicemente una direzione diversa! Attualmente lavoravo per la maggior parte con pile, feltro e pannolenci, creando scatoline, puntaspilli e piccoli pupazzetti, fino a che un giorno per caso ho fatto la scoperta della mia vita: le bambole fatte con i gambaletti!!! Visto il primo video di una signora che confezionava in 13 minuti una bambolina deliziosa usando solo due gambaletti di nylon e dell’ovatta per l’imbottitura, mi sono detta “Perché io no?”. Sono così nate le Lizzzie, le mie prime bambole fatte con collant e calze da riciclare (ad esempio quelle di mia figlia che non le vanno più), uniche e adorabili! Poi una bambola tira l’altra, come le ciliegie, e ho provato a sperimentare la tecnica delle voodoo dolls di lana (e sono nate le Lizzzie-doo dolls), i biscottini in pannolenci che diventano portachiavi e, ultime ma non ultime, le Lizzzie di pezza, semplici bamboline in pile cucite a punto festone che diventano ciondoli, portachiavi e accessori moda.Lizzzie by Lisa Costa- Sock Dolls and more voodoo dollsLa vita è una continua scoperta e credo che il mio smisurato amore per tutto ciò che può essere fatto con le mani e un pizzico di fantasia mi porterà a intraprendere ancora mille nuovi percorsi. La mia mente lavora molto più velocemente delle mie mani e mi servirebbero giornate infinitamente più lunghe, ma continuerò con gioia a creare finchè avrò nuove idee in testa, sperando che questa un giorno possa diventare la mia vera professione! In attesa che ciò accada, se siete interessati a curiosare tra i miei lavoretti siete i benvenuti sulla mia pagina Facebook: www.facebook.com/LizzzieByLisaCostaSockDollsAndMore
…and have a nice day!!! ^_^