Offrici un caffè cliccando qui:

Il mio nome è Sabrina.
Sono una semplice impiegata che ha un debole per la moda e per le vetrine e per tutto ciò che è bello e acquistabile.
Viste le mie finanze, di tutto ciò che vedo, poco è per me accessibile, ma il mio motto è “poco ma buono”. Io sono una patita di griffe e amo stare al passo con la moda. È sempre stato il mio sogno lavorare nel campo della moda ma evidentemente non era il mio destino. Da qui sono nate le mie creazioni.
Ho iniziato con le maglie disegnate ed impreziosite di strass che la scorsa estate hanno avuto grande successo.
All’inizio più che passione è stata una “necessità”. Mi piacevano molto le t-shirt di una nota marca milanese, che per ovvie ragioni non mi sembra il caso di citare, il costo per me era eccessivo, si partiva dai 130 euro. Così ho iniziato a fare prove su prove e da lì è partito il tutto. Non ho certo la presunzione di dire che sono uguali a quelle e direi nemmeno lontanamente simili, diciamo che la scia è quella ma nulla a che vedere. Ho iniziato con i soggetti e le tipologie che rispecchiavano i miei gusti, poi una volte iniziato ad indossarle ho soddisfatto tutte le varie richieste, comprese quelle per bimbi che sono andate a ruba, la maggior parte personalizzate con il nome dei piccoli. Un’ottima idea regalo ad un costo più che ragionevole.Il Diavolo Veste Sabrina borsa fettuccia violaHo fatto loghi di parrucchieri, di negozi, e tanto altro.
Poi ho iniziato con i “gioielli”. All’inizio dell’estate sono stata abbagliata in un negozio da un braccialetto che costava a mio parere una follia. Ho cominciato a pensare e ripensare se era o meno il caso di fare questa pazzia e acquistarlo. Ci ho pensato talmente tanto che alla fine non ne era rimasto nemmeno uno. Così mi sono detta, perchè non provare a farlo da me. E così è stato, e in questo caso devo dire che la copia faceva concorrenza all’originale. E poi è nato tutto il resto, e ho cominciato a crearne di miei.
E qui arriviamo alle mie amatissime borse. Come ho già detto sono una patita di griffe ma anche di cose belle, e quando ho cominciato a vedere girare queste borse su internet me ne sono innamorata, ho deciso di provarci anch’io, e a detta delle persone che le hanno acquistate, direi che è stato un piccolo/grande successo. Quando poi sono stata incaricata di creare una borsa per una sfilata che si è tenuta a Denver il 2 dicembre, la mia gioia è stata immensa e ho avuto ancora più voglia e più stimolo nell’andare avanti. Cerco di tenermi sempre aggiornata sui colori e sui modelli che vanno per la maggiore a seconda delle stagioni, seguo, per quanto mi sia possibile, le fiere per acquistare i prodotti migliori.Il Diavolo Veste Sabrina borsa fettuccia grigiaLa mia gioia più grande, e lo dico sinceramente, è ricevere i complimenti delle persone che ricevono le mie borse, fino ad ora non ho avuto una sola lamentela ma solo elogi, e questo credetemi, è la soddisfazione più grande.
Ho creato una pagina su Facebook che si chiama “Il Diavolo Veste Sabrina“, sperando di avere maggiore visibilità e poter portare avanti questa mia passione. Purtroppo non posso permettermi di farlo solo per hobby, perché il materiale ha un costo di cui devo assolutamente rientrare.