Offrici un caffè cliccando qui:

In questo tutorial vi spiego come appallottolare un filo metallico, ovvero formare una pallina all’estremità di un filo di rame, ottone o argento sterling per rendere ancora più originali i vostri capolavori metallici. Il principio di base è la fusione del metallo ed è proprio a causa di questo processo che il filo metallico, sottoposto al calore della fiamma, si ritira su se stesso fino a formare una sfera.

I materiali necessari sono solo tre: una pinza, un pezzo di filo di rame, ottone o argento sterling e il cannello a gas.
Come appallottolare il filo metallico-2Il procedimento è davvero semplice: posizionate il cannello su un tavolo o un ripiano, con la fiamma accesa, ed avvicinate a quest’ultima l’estremità del filo, tenendolo con una pinza. Il filo deve essere verticale e l’estremità da “appallottolare” dovrà stare appena fuori dal cono blu della fiamma, cioè nel punto più caldo. Dopo qualche secondo il filo diventerà incandescente e vedrete delle piccole scintille che indicheranno l’inizio del processo di fusione. Probabilmente le prime volte non sarà facile ma cercate di trovare il vostro metodo, per esempio muovendo lievemente il filo su e giù per fondere meglio la parte terminale.
Come appallottolare il filo metallico-3In base alla mia sperimentazione, posso affermare che l’argento sterling si appallottola che è una meraviglia in tutti i suoi diametri. Il rame fa un po’ il difficile qando si va oltre il mm di diametro e con l’ottone è successa una cosa strana: riuscivo ad appallottolarlo facilmente ma da qualche tempo non so, forse è invecchiato ma non ne vuole più sapere.

Una reazione simpatica si ottiene gettando il metallo appallottolato, ancora rovente, nell’acqua fredda: la pallina diventa rosata. In ogni caso dovrete ricorrere al decapaggio (che abbiamo già visto in uno dei tutorial precedenti) o alla levigatura, a seconda delle vostre preferenze.